Come arredare la casa al mare senza spendere troppo? Ecco qualche consiglio

Cappotto termico: il modo migliore per isolare la facciata
17 Luglio 2018
Pareti divisorie: così la casa cambia volto in un attimo
17 Luglio 2018

Rendere accogliente e funzionale la casa al mare, che spesso deve ospitare nuclei famigliari allargati (vedi il classico caso dei nonni con i bambini a cui si aggiungono i genitori durante i weekend), è possibile. Non solo: è anche divertente ed economico. Basta seguire qualche semplice consiglio.

La scelta dei mobili

Soprattutto in questo caso, vale il motto less is more. Lasciate perdere le soluzioni troppo complicate e optate piuttosto per i mobili componibili, magari da arricchire nel tempo. In cucina, per esempio, un piccolo frigorifero, un fornello a quattro fuochi e un forno a microonde possono bastare. Per chi ha problemi di budget, un’idea può essere quella di puntare alle offerte dei brand più economici oppure rivolgersi a un bravo falegname che sappia riprodurre le soluzioni di quelli famosi: utile soprattutto quando, per esigenze di spazio, si ha bisogno di mobili a scomparsa e multiuso (per esempio una libreria che possa trasformarsi facilmente in un letto).

Attenzione ai dettagli

Riutilizzare gli oggetti che non trovano più spazio nella prima casa è un buon punto di partenza, ma attenzione a non trasformare la casa al mare in una “discarica” di quella in città. Piuttosto usate la fantasia e create soprammobili con conchiglie e sassi: in un vaso trasparente daranno sicuramente l’idea di essere in vacanza. E sempre in tema di risparmio, sfruttate le borse di paglia come contenitori e usate ago e filo per rivestire i divani con stoffe dalle fantasie marine.

I colori

Non sottovalutate l’uso del colore come elemento d’arredo. Ovviamente ispirandovi al mare, ma non puntando solo su blu e bianco. Anche l’avorio, il sabbia e le sfumature del legno sono perfetti per regalare luminosità alle stanze.